E 'oggetto o di una persona che esercita il ruolo facce o si oppone l'obiettivo del protagonista, in una particolare azione. Si sta giocando il ruolo complementare avversario conflitto di fronte al protagonista nell'azione drammatica.

E 'la disciplina che consente di visualizzare l'uomo dallo sguardo nei suoi vincularidades; questo è dalla loro capacità e la difficoltà di parentela. COLLEGAMENTO antropologia articola integrativamente (dai concetti epistemologici connessi), la ANTROPOLOGIA FILOSOFICA (G. Marcel, N. Abbagnano, E. Paci, P. Prini, L. Binswanger, P. Ricoeur, R. Kush, C. Cullen, P. Geltman, G. Rebok, H. Mandrioni, eccetera.), bioanthropology e neoevolutionism (Teilhard de Chardin, E. Morin, F. Monod, F. Giacobbe, eccetera.), moderni sviluppi della teoria psicoanalitica delle relazioni oggettuali (M. Klein, P. Riviere, D.W. Winnicott, J. Boulby, S.H. Foulkes), ARCHETIPI PSICOLOGIA profondo e sviluppi attuali nel ANCESTRALE (C.G. Jung, V. Rubino, C. Menegazzo, H. spagnolo, M.A. Tomasini, R. Usandivaras) e la teoria della Telico PROFONDA Moreno ei suoi seguaci. Questo corpo teorie integrato fornisce un modello di guardare deemphasize, così riscaldato fino ad oggi per la nostra cultura, nel polo individuale delle vincularidades.

Così si chiama il Lgar e quando l'azione sta accadendo, se si tratta di una semplice espressione posturale, un atto gestuale o di una dichiarazione verbale. Lo psicodramma è necessario distinguere in modo permanente, il più chiaramente possibile, el “aquí y ahora” gruppo “drammatico”.

E 'il luogo e il tempo di drammatizzazione. Per l'impero e il tutto drammatica rappresentazione proprie leggi che accade nello scenario psicodramma si sta sviluppando in modo molto speciale qui e ora, tempo e spazio che sono drammatizzazione unico. Qualunque sia il tempo protagonista esplorare il contesto drammatico, sia quando si tratta di una scena che si trova nella sua ultima o remoto mediare biografica, come quando di fronte a un potenziale scena in ogni possibile futuro, Vivrete esso, “como si”, nella rappresentazione qui e ora immaginario drammatico.

Leave a Reply