Progettato dalle nuove concezioni epistemologiche (che hanno superato le false dicotomie tra natura e cultura organica e inorganica, dell'essere umano e l'inumano), scienze della natura e scienze umane sono apparsi diversi lavoro interdisciplinare (con il contributo della fisica, biologia, antropologia, psicologia, etología, filosofia, ed ecologia) che si fondono in una nuova disciplina chiamata bioanthropology.
Si tratta di una nuova concezione evolutiva dell'uomo che si concentra sul principio di unità, che contiene in sé il principio della diversità, supera così la trappola che si muoveva dal polo di un razionalismo psicologico senza compromessi sulla vita, un antropologismo SUPERNATURAL, insularità irrimediabilmente per l'uomo, dal momento che ha diviso il substrato animale che supporta. Dal momento che queste nuove aperture bioanthropological, la natura umana è intesa e concepita da 3 Idee linee cardinali:
1) L'idea di auto-organizzazione e caratteristica essenziale evolutivo della vita (Maturana, Varela).
2) la logica di complessità per essere strutturato dalle leggi della sintropia (Fantappié. Soprannominato da altri autori con il termine sinentropía).
3) l'idea di intercomunicazione e la costante interazione tra le diverse strutture biologiche e sottostrutture.
Da queste tre linee cardinali bioanthropology articola il biologico e antropologico, mettendo la chiave della cultura nella nostra natura e la chiave di volta della nostra natura in cultura. In questo nuovo approccio alla ricerca di soglie umani non è limitato a società arcaiche, ma approfondisce multipla “nascite” dalle radici della umanizzazione alla soglia di evoluzione contemporanea. Non vedere l'uomo con il denominatore comune “Homo Sapiens” che ha preso in considerazione le caratteristiche di essere unidirezionale tecnica e razionale, ma è visto come il successore di cui aveva già sviluppato strumenti e cultura, come sono stati trasmessi dai suoi predecessori e “Homo Sapiens” E 'stato solo complejizándolas.
Bioanthropology vede l'uomo come una creazione che ha portato la magia dell'universo, il mito, loghi; ma allo stesso tempo il disordine e immoderation. Un seguace arricchito come creatore, sulla strada incompiuta di umanizzazione, che se si dispone di una profonda originalità, È essere dotato di un animale senza ragione, un “Homo Sapiens” mentre uno “Homo Demens” (E.Muren. “paradigma persa”).

Dal processo evolutivo della teoria ruolo è chiamato e il periodo che va dalla fase di magia Identity Matrix (Ver) e la fase mitica della famiglia Matrix (Ver). Questa fase ha la funzione di delimitare in modo chiaro, i margini che separano le fantasie ei desideri di realtà concreta circostante. Qui inizia la complessità percettiva atomo Bambino. relazione diadica con la madre rompe più fortemente la figura paterna inizia ad avere un peso e potenza differente, stabilire un triangularity triadico con nuove forme di antagonismi e deuteragonismos; Bambini struttura primaria (preyo) passando una struttura secondaria bambino (protoyo). Quello che era una volta un'esperienza evanescente di qualcosa di diverso da quello che è oggi una concreta e stabile prove. Il bambino lascia il magico mondo di linked, governato dalle leggi della somiglianza e del contagio per un nuovo modo di essere, che pur sarebbe rimasto biologica sono disciplinati da un nuovo sistema di simbólicomítico.

Leave a Reply